News
La nuova formazione contro le violenze a sfondo sessuale

Il secondo corso di perfezionamento della Scuola partirà il 10 Ottobre e si svolgerà a Milano, presso la prestigiosa Casa Museo Boschi Di Stefano.

La differenza maschile e l’inviolabilità del corpo femminile

La pandemia ha portato al pettine questioni irrisolte da tempo e più che mai urgenti. Si richiede a tutti una più alta formazione, per affrontare con lucidità i cambiamenti storici.

Questo Corso di perfezionamento vuole essere un aggiornamento professionale e culturale, per fornire gli strumenti utili a leggere la realtà così come è e non come la vorremmo immaginare nascondendoci dietro qualche ideologia politica, sociale o culturale.

Il Corso mira, attraverso lezioni frontali con studiosi e studiose della materia e laboratori con professionist* sul campo, a formare donne e uomini capaci di un confronto utile a intuire insieme possibili soluzioni per trasformare la realtà in cui vivono ogni giorno.

I moduli formativi si terranno presso la Casa Museo Boschi Di Stefano, nei mesi di ottobre e novembre, grazie alla collaborazione con il Municipio 3 del Comune di Milano. Saranno proposti anche due laboratori presso la Casa delle Donne Maltrattate di Milano, con cui la Scuola collabora.

Desideriamo parlare di “relazione” con i protagonisti che affrontano la violenza a sfondo sessuale da diversi punti di vista, tra di loro connessi anche se spesso considerati non comunicanti. Pensiamo alla prevenzione attraverso l’insegnamento, alla cura fisica e psicologica nell’assistenza socio-sanitaria, collaborando con il mondo giudiziario e legislativo e infine alla lotta concreta delle forze dell’ordine.

Saranno presenti 12 docenti da tutta Italia, dei più importanti contesti pubblici, privati e accademici per garantire il miglior livello possibile al corso. Di seguito i professionisti che condurranno i moduli formativi: Marco Deriu, Coordinamento Scientifico del Corso – docente presso Università degli Studi di Parma, Stefano Ciccone, PhD in sociologia presso l’Università di Genova, Massimo Recalcati, Psicologo e psicoterapeuta. Giacomo Mambriani, Docente presso Università degli studi di Milano Bicocca, Tiziana Coccoluto, Magistrata – Capo di Gabinetto del MIBAC, Alessio Miceli, Docente Scuola secondaria di secondo grado, Manuela Ulivi, Avvocata – consulente per la violenza di genere per la Pubblica Amministrazione, Elena Biaggioni, Avvocata – CoDelegate a WAVE – coordinatrice settore penale D.I.R.E. Italia, Sandra Morano – Ginecologa – Docente presso università di Genova, Rosella Prezzo – Filosofa, docente e traduttrice, Lorenzo Bernini, docente presso Università di Verona, Deborah Brizzi, Ufficiale di Polizia Giudiziaria presso il V Dipartimento della Procura della Repubblica di Milano – Scrittrice.

Scheda di iscrizione al corso.

Scheda di iscrizione al corso #Team: per almeno 2 persone di una stessa realtà interessate al corso, per cui viene applicato uno sconto.

Scheda di iscrizione per singolo modulo.

PERCHE’ QUESTO CORSO? Dal 1 Marzo al 16 aprile, nel pieno del lockdown, in Italia sono state registrate 5.031 telefonate al numero verde 1522 dedicato alle vittime di violenza di genere e stalking: rispetto allo stesso periodo del 2019, sono aumentate del 73%.

Il 93,4% delle segnalazioni riguardano la violenza domestica e il 52% delle chiamate sono state per violenza fisica.

infografica- Istat violenza di genere

Non ci sono più alibi. Questi numeri evidenziano una necessaria trasformazione dello sguardo verso l’altro di ciascuna e di ciascuno di noi.

Molte di noi donne hanno visto sempre nella storia e anche ora vediamo. Vediamo che la guerra contro la sapienza e contro le donne è ancora più violenta di prima, anche da parte di chi non ce la saremmo aspettata. Si vuole cancellare, con la violenza e l’ipocrisia delle parole mainstream, la bellezza e la fortuna di essere nate donne.” (Annarosa Buttarelli)

Per informazioni: info@scuolaperdonnedigoverno.it
o contatta la segreteria: +39 370 3389107


Lascia un commento

Nome*
Email*
Sito web/blog